OTI NORD - Linea AV/AC Verona-Padova

Linea AV/AC Verona-Padova

ultimo aggiornamento: 10/03/2021 | settore: Ferrovie
Stampa la Pagina

Descrizione Progetto

L’intervento è parte integrante della trasversale ferroviaria che attraversa l’Italia settentrionale lungo la direttrice Torino-Milano-Venezia. L’opera è inserita nel Corridoio europeo n. 5 Lione-Kiev. La tratta attuale Verona-Padova si estende dal km 147+480 (stazione di Verona), al km 229+408 (stazione di Padova) della linea storica Milano-Venezia. Il progetto ha per obiettivo il quadruplicamento di tale tratta. La nuova linea ferroviaria AV  a doppio binario si svilupperà per 76,5 km , oltre a 5 km di interconnessioni con le reti esistenti, attraverso le province di Verona, Vicenza e Padova. Le stazioni e le fermate interessate dalla nuova linea sono: Verona Porta Vescovo, San Bonifacio, fermata di Lonigo, Montebello Vicentino, Vicenza, Lerino, Grisignano di Zocco, Mestrino, Rubano, Padova.
 

La realizzazione dell'opera è suddivisa nei seguenti lotti:

  • 1° lotto funzionale Verona-Bivio Vicenza e Nodo di Verona;
  • 2° lotto funzionale Attraversamento di Vicenza;
  • 3° lotto funzionale Vicenza-Padova.

L’intervento è previsto nell'ambito Contratto di di Programma RFI MIT 2021-2027 parte investimenti

Soggetti coinvolti

Rete Ferroviaria Itliana (RFI), Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), Regione Veneto, Consorzio Ircav Due
 

Cronoprogramma

2020
Realizzazione 1° Lotto Verona-bivio Vicenza
2027
in linea col programma

Dettagli prossima fase

Per quanto riguarda il primo lotto funzionale “Verona-bivio Vicenza” lo scorso 10 agosto 2020 è stato siglato il contratto per l’avvio dei lavori tra RFI e il General Contractor Iricav Due. L’investimento totale è pari a circa 2,7 miliardi di euro. Il lotto di circa 44 km è suddiviso in due lotti costruttivi. Il primo, del valore di 984 milioni di euro, è interamente finanziato e comprende la realizzazione di opere civili, sovrastruttura ferroviaria e impianti tecnologici propedeutici all'attivazione delle deviazioni della linea convenzionale Milano-Venezia; il secondo, del valore di oltre 1,7 mld da finanziare, prevede il completamento delle opere civili, la realizzazione dell'armamento e degli impianti tecnologici. L’attivazione della tratta Verona-bivio Vicenza è prevista entro il 2027.

Copertura finanziaria

  • Disponibili 1.514 Milioni di €
  • Non ancora disponibili 3.700 Milioni di €

Stato di avanzamento del progetto

Stato Progettazione

Progetto preliminare

Progettazione

L'opera è suddivisa in tre lotti funzionali

1° lotto funzionale Verona-Bivio Vicenza e Nodo di Verona: La Tratta AV/AC Verona-Bivio Vicenza, collocata interamente in Regione Veneto, interesserà 12 comuni ricadenti nelle Province di Verona e Vicenza, sviluppandosi per il 75% in rilevato, il 4% in trincea, il 5 % in galleria artificiale ed il 15% in viadotto. La nuova linea si porrà in stretto affiancamento a sud della linea ferroviaria esistente per oltre il 50% del suo sviluppo. Il Progetto comprende il primo lotto funzionale della tratta Verona-Bivio Vicenza, la cui realizzazione è stata affidata al General Contractor Iricav Due, ed il Nodo di Verona Est (da realizzare mediante appalto a cura di RFI). L’intervento consiste nella realizzazione di 44+250 km di nuova linea con caratteristiche AV/AC tra Verona e Altavilla Vicentina, la cui funzionalità sarà garantita da due bivi a raso in corrispondenza di Verona Porta Vescovo lato ovest, ed Altavilla Vicentina lato est. E' parte integrante dell'intervento il rifacimento di circa 7 km di linea storica. Per quanto riguarda il Nodo di Verona Est, il progetto consiste nella realizzazione delle opere funzionali a garantire l’attraversamento del nodo ferroviario di Verona da parte della nuova linea AV/AC Brescia-Verona-Padova su itinerario indipendente. Il progetto include inoltre una nuova stazione elementare AV/AC a Verona Porta Nuova, un nuovo scalo merci a nord della linea storica in zona Cason ed un nuovo ponte sul fiume Adige.

2° lotto funzionale Attraversamento di Vicenza: La nuova linea attraverserà i Comuni di Altavilla Vicentina e Vicenza, con tracciato in rilevato (ad eccezione dell'1% del tracciato che corre in viadotto). l’opera sarà interamente posta in stretto affiancamento a sud della linea ferroviaria esistente. Gli interventi consistono nella realizzazione di 6,2 km di nuova linea per l'attraversamento del territorio Vicentino, e costituiscono la naturale prosecuzione verso Padova del 1° Lotto funzionale Verona-Bivio Vicenza. E' parte integrante dell'intervento il rifacimento di circa 4 km di linea storica. La tratta si svilupperà interamente in superficie in affiancamento a sud della linea storica. Il progetto include inoltre la realizzazione di una nuova fermata in zona Fiera, interventi di ridisegno paesaggistico e urbanistico della stazione di Viale Roma con l’obiettivo di renderla hub dell’intermodalità, il rifacimento del PRG di Stazione, interventi di riassetto delle viabilità comunali e la realizzazione di una nuova linea TPL elettrica. La nuova linea sarà caratterizzata da una velocità massima di tracciato di 160 km/h ed un sistema di alimentazione in 3 Kv cc. Attualmente il lotto è in fase approvazione per il progetto preliminare, il costo dell’opera è pari a 805 milioni di euro e risulta già finanziato per 150 milioni.
3° lotto funzionale Vicenza-Padova: La tratta Vicenza-Padova si svilupperà nel territorio veneto per 28 chilometri compresi tra la stazione di Vicenza (esclusa) e la stazione di Padova Centrale. La linea costituirà il quadruplicamento in affiancamento a quella esistente. Nel tratto compreso tra la radice Est di Vicenza e la diramazione per le linee Schio/Treviso i treni AV/AC correranno sui binari dell'esistente linea storica Milano-Venezia. A valle di questa diramazione si realizzeranno due nuovi binari AV/AC in affiancamento a sud della linea storica MI-VE fino alla fermata di Lerino. A partire dalla fermata di Lerino, la nuova linea AV/AC si porterà a Nord della storica e correrà in affiancamento a quest'utlima fino alla stazione di Padova Centrale. Inoltre, al km 74 è prevista la diramazione dei binari dell'interconnessione merci di Padova, che consentirà il collegamento con la linea Padova–Bassano. Attualmente il lotto è in fase approvazione per il progetto preliminare, il costo dell’opera è pari a 1,316 miliardi di euro ancora da finanziare.
 

Costo dell'Opera

5.214.000.000

Dettaglio Costi

Finanziamenti disponibili

1.514.000.000

Dettaglio Finanziamenti

Il costo totale dell'opera ammonta a 5,214 miliardi di euro. Le risorse attualmente disponibili sono pari a 1,514 miliardi di euro, restano da reperire 3,7 miliardi di euro.
Tra gli enti finanziatori il Governo Italiano ha stanziato le seguenti risorse:

  • Fondo Sblocca Cantieri: 90 milioni di euro;
  • Legge di Stabilità 2014: 321 milioni di euro
  • Legge di Stabilità 2015: 1,103 miliardi di euro