OTI NORD - Asse ferroviario Monaco-Verona, Potenziamento linee di accesso al Brennero (Linea Fortezza-Verona)
  • Home
  • Monitoraggio Opere
  • Asse ferroviario Monaco-Verona, Potenziamento linee di accesso al Brennero (Linea Fortezza-Verona)

Asse ferroviario Monaco-Verona, Potenziamento linee di accesso al Brennero (Linea Fortezza-Verona)

ultimo aggiornamento: 16/02/2022 | settore: Ferrovie
Stampa la Pagina

Descrizione Progetto

I lavori di potenziamento della tratta ferroviaria Fortezza-Verona si situano nel contesto del progetto di ammodernamento della tratta Monaco-Verona. L’opera interesserà 189 Km di tracciato che attraversano Veneto e Trentino-Alto Adige. Una volta conclusi gli interventi relativi alla nuova galleria di base del Brennero, la tratta rappresenterà l’accesso da sud al traforo e, in generale, all'infrastruttura ferroviaria che si articola lungo il corridoio europeo scandinavo-mediterraneo. L’opera è stata inserita tra quelle caratterizzate da complessità progettuali, esecutive o tecnico amministrative e con rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale regionale o locale per il quale si è ritenuto indispensabile la nomina di un commissario. A aprile 2021 è stata nominata la dr.ssa Paola Firmi.

La linea di accesso Sud costituisce il quadruplicamento dell’attuale linea ferroviaria per la maggior parte in variante rispetto all’esistente tracciato. La realizzazione dei progetti è stata articolata in 4 lotti prioritari (e 3 lotti di completamento) che saranno realizzati da RFI, così suddivisi da nord a sud: 

  • Lotto 1 Tratta Fortezza–Ponte Gardena: L’intervento è volto a ridurre la pendenza della linea storica rendendola conforme alle caratteristiche di interoperabilità. Il tracciato si sviluppa per circa 24,7 km (di cui 22 in galleria) dall’interconnessione di Fortezza al bivio per Ponte Gardena. Il progetto esecutivo e i lavori per il primo lotto sono stati affidati a giugno 2021 al Gruppo Webuild, capofila del consorzio Implenia.

  • Lotto 2 Circonvallazione di Bolzano: L’intervento è volto a smistare i flussi di traffico merci e viaggiatori eliminando i colli di bottiglia presso la stazione di Bolzano. Si sviluppa interamente in galleria (galleria Val d’Ega) per circa 10,6 Km..  

  • Lotto 3 Circonvallazione di Trento e Rovereto: La circonvallazione ferroviaria permetterà di separare i flussi di traffico merci da quello viaggiatori (regionali e media-lunga percorrenza). Il lotto è suddiviso nel 3a relativo alla circonvallaizone di Trento e in 3b per quella di Roverto.

  • Lotto 4, accesso al nodo di Verona: Il nuovo tracciato ferroviario, circa 9,5 km, si svilupperà parte in affiancamento alla linea esistente e parte in variante di tracciato. 

I lotti 1 e 2 dell’opera sono inseriti all’interno del contratto di programma RFI MIT 2021-2027 parte investimenti; il lotto 3 è stato inserito nei Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Soggetti coinvolti

Rete Ferroviaria Italiana (RFI)
 

Cronoprogramma

2013
Lotto 1: i lavori sono stati affidati. Lotto 2,3,4 progetto preliminare
2027
in linea col programma

Copertura finanziaria

  • Disponibili 2.481 Milioni di €
  • Non ancora disponibili 2.448 Milioni di €

Stato di avanzamento del progetto

Stato Progettazione

Progetto esecutivo/Appalto in corso

Progettazione

La linea di accesso Sud costituisce il quadruplicamento dell’attuale linea ferroviaria per la maggior parte in variante rispetto all’esistente tracciato. La realizzazione dei progetti è stata articolata in 4 lotti prioritari (e 3 lotti di completamento) che saranno realizzati da RFI, così suddivisi da nord a sud: 

  • Lotto 1 Tratta Fortezza–Ponte Gardena: L’intervento è volto a ridurre la pendenza della linea storica rendendola conforme alle caratteristiche di interoperabilità. Il tracciato si sviluppa per circa 24,7 km (di cui 22 in galleria) dall’interconnessione di Fortezza al bivio per Ponte Gardena e prevede la realizzazione di 2 gallerie collegate da una tratta in viadotto sul fiume Isarco. Il progetto prevede i seguenti interventi: Interconnessione con la linea esistente a Fortezza Sud; Tratta di linea Fortezza–Ponte Gardena Nord; Interconnessione con la linea esistente a Ponte Gardena Nord.  

  • Lotto 2 Circonvallazione di Bolzano: L’intervento è volto a smistare i flussi di traffico merci e viaggiatori eliminando i colli di bottiglia presso la stazione di Bolzano. Si sviluppa interamente in galleria (galleria Val d’Ega) per circa 10,6 Km, con interconnessioni alla linea attuale di circa 4 Km. In particolare, il progetto prevede i seguenti interventi: Interconnessione Prato Isarco Sud; Tratta di linea Prato Isarco Sud–Bronzolo; Interconnessione Bronzolo.  

  • Lotto 3 Circonvallazione di Trento e Rovereto: La circonvallazione ferroviaria permetterà di separare i flussi di traffico merci da quello viaggiatori (regionali e media-lunga percorrenza). Lo shunt ferroviario permetterà di by-passare le aree urbane di Trento e Rovereto. Per la Circonvallazione di Trento (Lotto 3a) la nuova linea avrà origine a Roncafort, nei pressi dell’interporto di Trento, per connettersi alla linea esistente in località Acquaviva dopo circa 14 km, di cui circa 12 km per la galleria a doppia canna singolo binario Trento. Per la Circonvallazione di Rovereto (Lotto 3b) la nuova linea sarà prevalentemente in sotterraneo con la realizzazione della galleria a doppia canna e singolo binario Zugna e avrà origine in località Acquaviva per connettersi alla linea esistente in località Marco, a Sud di Rovereto. 

  • Lotto 4, accesso al nodo di Verona: Il nuovo tracciato ferroviario, circa 9,5 km, si svilupperà parte in affiancamento alla linea esistente e parte in variante di tracciato. La progettazione dell’intervento è in corso di revisione ed integrazione nella parte terminale, in corrispondenza del Bivio San Massimo, per migliorare la funzionalità complessiva dell’accesso al nodo. 

Costo dell'Opera

4.929.000.000

Dettaglio Costi

Il costo totale dell'opera ammonta a  4,929 miliardi di euro.

Lotto 1: Il valore delle opere, comprensivo della progettazione esecutiva, è di oltre 1,15 miliardi di euro, mentre l’investimento complessivo è pari a circa 1,521 miliardi di euro, totalmente finanziato dal Contratto di Programma tra RFI e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Lotto 2: Il costo del lotto è quantificato in 851 milioni di euro, con una copertura finanziaria di 8,29 milioni di euro e un fabbisogno di 843,31 milioni di euro.

Lotto 3: Il costo del lotto è quantificato in 1,555 miliardi di euro, con una copertura finanziaria di 6,9 milioni di euro ed un fabbisogno di 1,548 miliardi di euro.

Lotto 4: Il costo totale ammonta a 997,8 milioni di euro, con copertura finanziaria pari a 14,7 milioni di euro e un  fabbisogno di 983,1 milioni di euro.

Finanziamenti disponibili

2.481.000.000

Dettaglio Finanziamenti

Tra gli enti finanziatori figura il Governo italiano con 1,535 miliardi di euro e l'Unione Europea con 16,21 milioni di euro. Per il lotto 3 sono stati messi a disposizione 930 milioni di euro nel PNRR.
A fronte di 2,481 miliardi di euro di risorse disponibili risultano ancora da reperire risorse per 2,448 miliardi di euro